SMI e la valorizzazione medici SSN: dirigenza medica

Mercoledì 18 luglio 2018 12.25

SANITÀ. SMI: VALORIZZARE RUOLO DEI MEDICI DEL SSN, ECCO PROPOSTE -4

Dirigenza medica: permane da circa 9 anni il blocco dei contratti e non ha piu’ senso parlare di norme contrattuali senza conoscere la reale entita’ delle risorse economiche disponibili. I temi affrontati nella contrattazione non possono essere solo quelli relativi alle relazioni sindacali e alle sanzioni disciplinari. Lo Smi ha proposto: a) porre attenzione all’organizzazione del lavoro tenendo conto di parametri quali turni di servizio, orario di lavoro, pronta disponibilita’; b)adeguare e riqualificare le strutture sanitarie esistenti per garantire qualita’ e sicurezza delle cure ai pz ed agli stessi operatori sanitari; c) adeguare le dotazioni organiche sulla base dei reali bisogni e facendo attenzione ad una equa distribuzione dell’offerta assistenziale sul territorio; d) superare il problema del precariato attraverso la stabilizzazione del personale con contratti atipici e la disincentivazione dell’utilizzo di personale gestito da organizzazioni esterne (cooperative, ecc.). – Pediatria e prevenzione, interventi di educazione sanitaria: promozione di corretti stili di vita, educazione alimentare, vaccinazioni, sostegno della genitorialita’ che cambia, sopperendo alla carenza di pediatri con il coinvolgimento dei Medici Specializzandi. La vera sfida anche per la Pediatria del territorio rimane la cronicita’. Lo Smi ha proposto: attuare quanto gia’ previsto nell’Accordo Collettivo Nazionale per la Pediatria del 2005 e non ancora realizzato: a) la creazione di reti di servizi tra loro fortemente integrati, afferenti al sistema sanitario e a quello socio-assistenziale di competenza comunale, in grado di assumere, anche mediante l’uso delle piu’ moderne tecnologie, la responsabilita’ di gestire i problemi del bambino “fragile”; b) il riconoscimento del ruolo del Pediatra di Famiglia nella presa in carico globale del bambino con disabilita’, continua lo Smi (DIRE).